Skip to main content
Tempo di lettura: 4 minuti

I Fondamenti Che Devi Conoscere

Che tu sia un artista musicale, un cantautore o semplicemente qualcuno che lavora nel mondo della musica, è probabile che tu abbia sentito la parola royalties lanciata una o due volte. Per coloro che non sono stati esposti al mondo dell’editoria, questo potrebbe essere un argomento sconosciuto di cui parlare o comprendere. 

Onestà mi ci è voluto un bel po’ per capire davvero cosa sono i diritti d’autore e come funzionano. L’ho visto come qualcosa con cui personalmente non mi occupavo troppo spesso. 

I diritti d’autore svolgono un ruolo enorme nel mondo della musica moderna, ed è importante sapere cosa sono e come ti avvantaggiano. 

Fin dall’inizio, l’industria musicale ha concentrato gran parte della sua attenzione sul titolare del copyright della musica di un artista. Le etichette firmano artisti e quindi possiedono il copyright di detta musica che a sua volta paga l’etichetta e l’artista. 

Quando analizziamo cos’è veramente una royalty, è un pagamento effettuato al proprietario di un bene e in questo caso, il diritto d’autore è quel bene. Le attuali leggi sul copyright conferiscono diritti esclusivi ai creatori dell’opera originale. Se qualcuno vuole usare quell’opera deve ottenere una licenza dal titolare del copyright. 

La legge sul diritto d’autore

Quando la musica viene creata oggi, è protetta dall’attuale legge sul copyright che dice “l’opera è protetta quando è fissata in un mezzo espressivo tangibile”. Dal momento che l’attuale legge sul copyright è stata messa in atto il 1 gennaio 1978, qualsiasi composizione creata dopo questa data è protetta per la vita dell’ultimo autore sopravvissuto (di solito il cantautore) più altri 70 anni. 

Esistono molti diversi tipi di royalties con i propri sistemi di pagamento indipendenti che dipendono da come viene utilizzato il copyright. 

Ogni canzone ha due diritti d’autore

Il primo è il copyright della composizione. Questo comprende sia il testo che la melodia. Entrambe queste parti sono determinate dal cantautore nella maggior parte delle situazioni. 

Il secondo copyright è per la registrazione del suono vera e propria. La registrazione del suono è ciò che senti, la canzone con tutta la strumentazione, i testi e la melodia. Molti si riferiscono a questa come alla registrazione master. 

Fino a quando la canzone non viene registrata, non può esserci un copyright sulla registrazione del suono. Una volta che la canzone è stata registrata, verrà emesso il secondo copyright della registrazione audio. Questo copyright è solitamente detenuto dall’etichetta discografica per recuperare le spese relative all’artista, ma lo salveremo per un’altra volta. 

Guadagnare i diritti d’autore 

Una volta creati i due diritti d’autore sia per la composizione che per la registrazione del suono, è ora di iniziare a farsi pagare. Entrambi i diritti d’autore creeranno un reddito da royalty nelle tre categorie principali a seconda di come vengono utilizzati. 

Spettacoli pubblici

Ogni volta e ovunque ascolti musica, è probabile che qualcuno venga pagato per quella riproduzione della sua registrazione. La maggior parte dei bar e dei locali hanno quella che viene chiamata una licenza generale che hanno messo in atto con le principali organizzazioni per i diritti di spettacolo , altrimenti note come PRO. Queste licenze coprono qualsiasi musica sia originale che di copertina riprodotta nello stabilimento. 

Licenza

La licenza può pagare molto a seconda di cosa e dove è posizionata la tua musica. La musica è concessa in licenza per programmi TV, film, videogiochi e così via. Se la tua canzone è la title track del prossimo grande gioco tripla A in arrivo su PlayStation, è probabile che ci sia un grande controllo per seguirlo. 

Se la tua canzone viene inserita in una piccola parte di una scena d’azione in un film come musica di “sottofondo”, è probabile che lo stipendio sia significativamente inferiore. Tuttavia, è importante sapere che le licenze musicali sono una parte enorme dell’industria musicale. 

Come scrittore, le licenze sono un ottimo modo per aumentare le tue entrate, supponendo che la tua musica sia posizionabile. 

Streaming e vendite

Lo streaming è più comune ora delle vendite, tuttavia, entrambi sono molto importanti. Quando si guarda allo streaming e alle vendite, vengono prodotte royalties di riproduzione ogni volta che la registrazione audio di quel brano viene venduta o trasmessa in streaming. 

Verrà emessa anche una royalty meccanica per la composizione stessa. È importante ricordare che ci sono due lati per ogni canzone e ogni festa verrà pagata separatamente. 


Composizione Copyright 

Ci sono tre diritti che possono essere raccolti sotto il copyright di composizione.

1. Diritti di sincronizzazione

Questi diritti sono quando la canzone viene riprodotta in un film, utilizzata in uno spot pubblicitario e riprodotta in TV. Con una licenza di sincronizzazione, lo scrittore riceverà una percentuale di royalties in base alla proprietà della canzone. Questo dipenderà da quanti cantautori c’erano e dall’accordo generale tra gli autori. 

L’ editore musicale raccoglierà anche la sua quota di ricavi da royalty che di solito è del 50%. Se il cantautore non ha un editore, raccoglierà anche la quota dell’editore.

2. Diritti meccanici

Questi diritti sono quando il brano viene venduto in formato fisico, scaricato o trasmesso in streaming su servizi di streaming come Apple Music e Spotify. La ripartizione delle royalty tra cantautori ed editori rimane la stessa di cui sopra. 

3. Diritti di esecuzione

Questi diritti sono quando la canzone viene riprodotta in un ristorante, alla radio o eseguita dal vivo. La ripartizione delle royalty tra cantautori ed editori rimane la stessa di cui sopra. 


Copyright della registrazione del suono

La registrazione sonora consiste nella registrazione di un’esecuzione della composizione creata dal cantautore. I diritti di utilizzo della registrazione audio sono indicati come diritti di registrazione. Le royalties vengono pagate ogni volta che la musica viene venduta, trasmessa in streaming o eseguita pubblicamente 

1. Diritti di sincronizzazione

Questi diritti sono quando la registrazione audio viene riprodotta in un film, utilizzata in uno spot pubblicitario e riprodotta in TV. L’artista o la band che ha eseguito la canzone ha il diritto di riscuotere i propri diritti d’autore che vengono definiti royalty dell’artista. Tale percentuale viene concordata al momento della firma del contratto.

2. Diritti di riproduzione

Questi diritti sono quando la musica viene venduta in forma fisica, come download digitale o trasmessa in streaming su servizi di streaming. L’etichetta discografica che possiede il copyright ha il diritto di riscuotere i propri diritti d’autore, questi diritti sono condivisi con l’artista esecutore in base all’accordo contrattuale nel contratto dell’artista. 

3. Diritti di esecuzione

Questi diritti vengono raccolti quando la registrazione audio viene trasmessa ai consumatori. I proprietari dei diritti d’autore della registrazione sonora sono già stati pagati i loro diritti d’autore, quindi a questo punto gli unici individui in grado di riscuotere sono i musicisti e i cantanti che non possiedono una parte dei diritti d’autore. 


Il mondo delle royalties non è un concetto facile da scomporre in un semplice blog. Il sistema delle royalty è complesso e in continua evoluzione man mano che vengono introdotti nuovi mezzi e avanza la tecnologia. 

Se tutto va bene, dopo aver letto questo blog sarai in grado di capire dove cadi nella ripartizione delle royalties e potrai concentrare il tuo tempo e i tuoi sforzi per assicurarti di essere pagato correttamente per il tuo lavoro. 

Le royalties e la registrazione dei diritti d’autore potrebbero non essere le parti più glamour del business musicale, ma se non capite, potrebbero finire per costarti a lungo termine! 

Close Menu